Vinatzer: “Rammaricato, ma riparto con nuove certezze”. Roda: “I ragazzi ci hanno provato ad ogni gara”

21 Febbraio 2021

Le parole degli azzurri al termine dello slalom maschile di Cortina 2021.

Alex Vinatzer: “Ho un po’ di amaro in bocca perchè il quarto posto in un Mondiale ti lascia un po’ male, anche se il mio sìdistacco dal terzo posto è abbstanza elevato. Hanno messo ale nella seconda manche e in queste condizioni devo ancora migliorare, ma il margine per crescere c’è. Sapevo di dovere difendermi in qualche modo, purtroppo non ci sono riuscito, però è un piazzamento che mi dà fiducia dopo ua gennaio molto difficile. Nella seconda manche ho provato a tenere lo stess ritmo, strada facendo ho perduto terreno, anche perchè non ho trovato il ritmo. Faccio i complimenti ai norvegesi perchè in queste condizioni vanno fortissimo”.

Manfred Moelgg: “Ho compromesso la gara nella prima manche, in cui ho commesso troppi errori sin dall’inizio, poi ho rischiato ancora più in giù e in fondo non c’era margine per recuperare. Ho sempre detto che Vinatzer ha talento, scia in scioltezza, peccato che non abbia raggunto la medaglia, ma il futuro è dalla sua parte”.

Stefano Gross: “Stavo andando molto bene, ho avuto gran belle sensazioni nel primo pezzo. Purtroppo in un Mondiale bisogna a ndare a tutta, è stata una stagione particolarmente sfortunata, anche quando le cose vanno benesuccede sempre qualcosa. Da qui alla fine della stagione manca qualche gara, se riesco a sciare con questa brillantezza posso ancora togliere delle soddisfazioni”.

Giuliano Razzoli: “Sono ripartito dopo l’uscita perchè volevo onorare i Mondiali e la maglia che portiamo. Con l’inversione dei quindici bisognava arrivare davanti, bisognava provarci, non ho trovato il feeling con la neve, ho subìto il segno anzichè sfruttarlo, non sono stato bravo.L’Italia comunque c’è, Vinatzer lo ha dimostrato”.

Il Presidente Flavio Roda traccia un bilancio conclusivo. “La cosa positiva di questo Mondiale è che il settore maschile che sembrava in difficoltà, ha invece dato segnali di essere competitivo in tutte le gare. Sicuramente in discesa maschile ci aspettavamo qualcosa in più, ma sono promossi. Fra le donne l’attesa era grande, siamo stati condizionati dall’infortunio di Sofia Goggia. L’oro di Bassino è magnifico ma probabilmente bisognava lavorare maggiormente sui piedi, c’è stata qualche parola in più che non è servita. Un peccato, perchè nel corso della stagione le ragazze sono andate benissimo, però ad un Mondiale bisogna accettare il risultato che è leggermente inferiore alle nostre attese. Però i nostri ragazzi ci hanno provato tutti e in ogni gara. E anche lo slalom odierno di Vinatzer e degli altri suoi compagni lo ha dimostrato”.