Passo San Pellegrino ospita nel fine settimana le finali di Coppa Europa di skicross

11 Marzo 2021

Un altro appuntamento internazionale di assoluto livello sta per approdare in Trentino e in particolar modo sulle piste di Passo San Pellegrino. Da giovedì 11 a sabato 13 marzo sulla pista Costabella si svolgeranno le finali di Coppa Europa di skicross, grazie all’organizzazione dell’Agonistica Trentina capitanata da Gianni Tonielli e Roberto Jezek, nonché dall’allenatore della nazionale Filippo Jezek. Per il Trentino si tratta di una prima assoluta di un evento del circuito continentale di questa disciplina.
La gara del venerdì avrà inoltre validità per assegnare i titoli italiani assoluti e juniores con i ragazzi trentini pronti a lottare per centrare una medaglia, visto che è uno dei pochi Comitati ad avere investito nel formare una squadra juniores, allenata da Loris Donei, che sta dando ottimi risultati.
Il Comitato organizzatore sta lavorando alacremente in questi giorni per definire gli ultimi dettagli e, soprattutto, il tracciato di gara grazie allo staff che vede come direttore di gara Andreas Krautgasser, direttore di pista Dario Dellantonio coadiuvato da Loris Donei. È stato ultimato il cancelletto di partenza e si è conclusa la barratura in alcuni tratti per garantire un percorso di qualità internazionale.
La pista, che ha uno sviluppo di 1200 metri con 170 metri di dislivello, è da due anni centro federale di allenamento di tutte le nazionali italiane ed è particolarmente apprezzata perché racchiude tutte le caratteristiche tecniche, e altresì ha tutti i requisiti in materia di sicurezza. Completa perché propone tutti i tipi di paraboliche, 3 negative, roller, salti, dragon e 4 jump ultimati proprio in questi giorni.
Per queste finali di Coppa Europa c’è grande attesa dal punto di vista sportivo perché assegneranno i nuovi titoli 2021, in una classifica provvisoria che in campo maschile vede al comando il tedesco Cornel Renn con 256 punti, davanti al francese Romain Mari con 214 e all’austriaco Adam Kappacher con 208 punti. Primo italiano è l’alotaesino Yanick Gunsch (9°), mentre il trentino Simone Deromedis è 23°. In campo femminile comanda l’austriaca Katrin Ofner con 360 punti, seguita dall’azzurra di Livigno Jole Galli con 269 e terza l’austriaca Christian Foedermayr.
In totale sono attesi 85 atleti da 12 nazioni, reduci dall’ultimo fine settimana a Reiterlam (Austria) dove è andata in scena una due giorni sempre di Coppa Europa, con buoni piazzamenti degli azzurri: Simone Deromedis con un 19° e un 26° posto, Pascal Rizzi con un 36° e un 43° posto, Patrick Wolfsgruber con un 41° e un 45°, Simone Cavallar con un 29° e 47°, Jannes Debertol con un 49° e 51°, Filippo Zamboni con un 51° e 52° posto. In campo femminile la livignasca Jole Galli ha ottenuto due terzi posti, la campigliana Andrea chesi un 10° e un 15° posto, la fassana Rebecca Paoli un 21° e 22°, Nathalie Bernard un 23° e un 29° posto, la solandra Giorgia Graifermberg un 25° e 26°. Sarà purtroppo assente l’infortunata Lucrezia Fantelli.
Il programma prevede una giornata dedicata al training giovedì 11 marzo a partire dalle 9 e subito dopo le qualifiche per la prima giornata. Quindi venerdì mattina alle 9 training e alle 11,30 la prima gara con batterie ad eliminazione diretta. Identico programma anche per sabato 13 marzo con la seconda giornata che assegnerà anche la Coppa Europa maschile e femminile (9 training e 11,30 la gara).