Lo sci d’erba in attesa degli sviluppi legati al Covid-19, intanto parte il primo raduno a San Sicario

17 Giugno 2020

La vicende sanitarie legate al Covid-19 sta influenzando inevitabilmente la stagione dello sci d’erba che sarebbe dovuto cominciare proprio in queste settimane. La Federazione Internazionale ha comunicato la cancellazione delle prime quattro tappe della Coppa del mondo previste per giugno in programma a Piestany (Svk), Stitna Nad Vlari (Cze), Predklasteri (Cze) e Rettenbach (Aut), rimangono al momento inserite Cortina e le finali di Dizin in settembre, ma la situazione è in continuo aggiornamento e la subcommissione della specialità convocata per venerdì 19 giugno cercherà di fare maggiore chiarezza, mentre sono stati anche annullati anche il Mondiali juniores di Madarao, in Giappone, del 17-21 luglio.

“L’obiettivo è almeno quello di svolgere alcune gare Fis per i giovani – spiega il direttore tecnico Fausto Cerentin -, nel fine settimana cominceremo intanto l’attività con il primo raduno a San Sicario”. Sul pendio piemontese sono stati convocati dal 19 al 21 giugno Daniele Buio, Filippo Zamboni, Edoardo Frau, Nicolò Schiavetti, Davide Saviane, Ambra Gasperi, Moncia Ferrighetto, Federica Milesi e Margherita Mazzoncini.