Doppietta dell’Esercito nelle staffette dei Campionati Italiani Assoluti ad Andalo

4 Dicembre 2021

Pronostici rispettati nel secondo atto dei Campionati Italiani di skialp, che si è svolto sulle piste della skiarea Paganella, grazie all’organizzazione del Brenta Team. A farla da padrone sono infatti state le staffette del Centro Sportivo Esercito sia al maschile sia al femminile, mentre fra i giovani sugli scudi troviamo il terzetto delle Alpi Centrali.

La gara più attesa, sviluppatasi sul percorso allungato della sprint lungo la parte finale della pista Dosso Larici con un dislivello di 120 metri e una lunghezza di 700 metri, è stata un monologo del team degli Alpini. Oro dunque per Michele Boscacci, Robert Antonioli e Nadir Maguet, in testa dal primo all’ultimo metro di gara. In prima frazione l’atleta di Albosaggia ha concluso con il tempo 5’41”68 (migliore prestazione di giornata), staccando di 14 secondi il trentino Federico Nicolini, quindi terzo a 33 secondi Alessandro Rossi delle Alpi Centrali. Non cambiano le posizioni nella seconda frazione, grazie alle prestazioni del valtellinese di Valfurva Robert Antonioli, in gestione davanti a tutti, al trentino Gabriele Leonardi, che cede solo pochi secondi a Mirko Sanelli delle Alpi Centrali. Nell’ultima manche il valdostano di Torgnon Nadir Maguet ha portato a termine il proprio compito, tagliando il traguardo con il tempo complessivo di 17’39”, ma la lotta per l’argento ha visto un ribaltamento di posizioni, grazie all’under 23 lombardo Giovanni Rossi, che nell’ultimo tratto in salita e nei cambi pelle è riuscito ad essere più veloce e a superare il trentino di Roncone Patrick Facchini. Secondo posto dunque per le Alpi Centrali, a 1’05”, bronzo per il Trentino a 1’14”. Dietro al podio altre tre staffette “made in Trentino”, composte da Alex Rigo, Gabriele Fedrizzi, Filippo Beccari, quindi quinto è giunto il terzetto composto da Mattia Ferrarazza, Elia Andriollo e Simone Cainelli, sesti Nicola Brida, Carlo Panizza e Davide Dapoz.

Il Centro Sportivo Esercito si è aggiudicato anche la staffetta femminile con Giulia Murada e Alba De Silvestro, che hanno disputato una gara senza pecche, terminando la prova con il tempo di 14’47” e precedendo di 51″ la coppia trentina formata da Elena Nicolini e Giorgia Felicetti. Gara che però non ha assegnato i titoli tricolori.

Ad aprire le danze erano state però le staffette giovani, con quasi cento partecipanti. Nella formula mista, con una ragazza al lancio e due ragazzi maschi nelle altre due frazioni, a dominare come da pronostico sono state le squadre delle Alpi Centrali, e in particolar modo il team formato da Silvia Berra della Polisportiva Albosaggia, Simone Anesa del Clusone e Marco Salvadori dell’Asd Golgi, già protagonisti nella sprint di venerdì. Il terzetto è partito subito forte con la Berra prima al cambio, amministrando poi il vantaggio con Simone Anesa e Marco Salvadori, chiudendo la prova con il tempo di 21’35”. Medaglia d’argento poi per il terzetto formato da Manuela Pedrana dello Sci club Alta Valtellina, Erik Canovi della Polisportiva Albosaggia e Gabriele Bardea del Lanzada, con un ritardo di 21 secondi rispetto ai vincitori. Il bronzo è invece andato al collo di Erika Sanelli del Premana, Gabriele Bisinoni del Persolana e Rocco Baldini della Polisportiva Albosaggia, quest’ultimo autore del miglior tempo nella terza frazione. Il loro ritardo dai vincitori è risultato di 28 secondi, dall’argento 7 secondi. Quarto posto per le Alpi Occidentali con il terzetto formato da Elisa Tron, Emanuele Balmas e Giuseppe Cantamessa.

Domani gran chiusura della prima edizione dei Campionati italiani di skialp ospitati sulla Paganella con l’attesa gara vertical race. Le prime categorie a prendere il via saranno le Under 16 e Under 18 femminile da località Dosson alle ore 9, che affronteranno 270 metri di dislivello, a seguire alle ore 9.10 dalla pista Cacciatori è previsto lo start delle sfide Under 16 e Under 18 maschile con 400 metri di dislivello, nonché la Under 20 femminile. Più in basso, in località Rindole, sarà la volta della under 20 maschile e la senior femminile (alle ore 9,20 con 600 metri di dislivello), quindi la sfida più attesa, la senior maschile, alle ore 9.30. Tutte le prove si sviluppano sulle piste Cacciatori 1, Jana Grande e Gallo Cedrone, con arrivo in località Albi de Mez. Premiazioni alle ore 10.30 al rifugio Albi de Mez.