Franz miglior tempo (con salto di porta) in prova a Beaver Creek. Paris decimo, Marsaglia 15/o. Le parole degli azzurri

1 Dicembre 2021

Nell’unica prova cronometrata prima della quattro giorni di gare veloci maschili a Beaver Creek (Usa) è l’austriaco Max Franz a fare il miglior tempo (ma con salto di porta), fermando il cronomentro con il miglior tempo a 1’39″91, per 40 centesimi meglio del secondo classificato, il francese Matthieu Bailet, e per 53 rispetto al terzo, il norvegese Adrian Sejersted, partito con il pettorale numero 34. Seguono altri due norvegesi: Kilde, a 79 centesimi e Jansrud a 88, tornato ai livelli alti della classifica.
Decimo è Dominik Paris con 1″74 di ritardo da Franz, ma con una seconda parte di gara in linea con quella dell’austriaco. Matteo Marsaglia chiude al 14/o posto con 2″12 di ritardo dal leader su una pista che ha regalato al piemontese di origine romana grandi soddisfazioni in passato. Più attardato Christof Innerhofer che accusa 2″82 di svantaggio dal leader di giornata.
Mattia Casse taglia il traguardo con 3″07 di svantaggio, mentre Emanuele Buzzi, reduce dalla caduta a Lake Louise, paga 5″69 a Franz. Niccolò Molteni rimane a 4″57, Guglielmo Bosca a 4″63, Pietro Zazzi a 5″19 e Riccardo Tonetti a 6″15.

“E’ andata abbastanza bene – ha detto Paris -, ma non è facile quest’anno. All’entrata del muro c’è una lunga curva, non semplice. Tutti perdono un secondo perché Franz ha tagliato e saltato una porta. La pista è abbastanza bella, c’è una neve su cui si può sciare bene e i salti lanciano un po’ più del solito. Domani c’è il superG, spero di entrare subito nel giusto ritmo e poi c’è solo da mollare fino al traguardo”.

“Tra il primo e il secondo intermedio c’è il pezzo più tecnico, quello che mi piace di più – dice Matteo Marsaglia -, molti hanno saltato e io ho il secondo intermedio, a pochi centesimi da Jansrud. Ho almeno cinque atleti davanti che hanno tagliato, quindi in realtà sono decimo. Rispetto alla solita Beaver la pista è più morbida, è un po’ segnata. Io sono riuscito a fare delle linee un po’ diverse dagli altri. Mi sento bene, speriamo che il fondo si indurisca perché il rischio è quello che le linee del superG vadano a tagliare quelle della discesa”.

“Non ho un buon feeling – dice Innerhofer al traguardo – faccio fatica a sentire gli sci. Cambio gli scarponi, ma non riesco a sentirmi bene sugli sci e quindi non riesco a chiudere bene le curve”.

Giovedì è in programma il primo dei due superG già previsti nella località americana. La partenza è per le 19.45 ora italiana.

Ordine d’arrivo prova cronometrata DH maschile Beaver Creek (USA):
1. Max Franz AUT 1’39″91
2. Matthieu Bailet FRA +0″40
3. Adrian Sejersted NOR +0″53
4. Aleksander Aamodt Kilde NOR +0″79
5. Kjetil Jansrud NOR +0″88
6. Felix Monsen SWE +1″54
6. Beat Feuz SUI +1″54
8. Romed Baumann GER +1″57
9. Jared Goldberg USA +1″65
10. Dominik Paris ITA +1″74
11. Travis Ganong USA +1″77
12. Miha Hrobat SLO +1″98
13. Mathias Mayer AUT +2″02
14. Urs Kryenbuehl SUI +2″03
15. Matteo Marsaglia ITA +2″12

32. Christof Innerhofer ITA +2″82
36. Mattia Casse ITA +3″07
55. Niccolò Molteni ITA +4″57
56. Guglielmo Bosca ITA +4″63
58. Pietro Zazzi ITA +4″57
59. Emanuele Buzzi ITA +5″69
60. Riccardo Tonetti ITA +6″15