Biathlon, gli europei in Val Ridanna si chiudono con l’oro dell’azzurra Wierer

27 Febbraio 2011

Dorothea Wierer vince la prova ad inseguimento junior, gara conclusiva della competizione continentale in terra altoatesina, confermando così, con un nuovo acuto, la sua ottima stagione. Prima del successo della 20enne di Rasun era arrivato il terzo oro per Juliane Döll all’Europeo di Ridanna.

Conclusione migliore a Ridanna non si poteva immaginare. Dorothea Wierer, già argento nel corso di questo Europeo nella sprint e nella staffetta, si è messa al collo la terza medaglia continentale nel giro di pochi giorni, quella dal metallo più prezioso. Nonostante tre errori al poligono, l’altoatesina ha chiuso l’inseguimento al primo posto, migliorando così la posizione di partenza (seconda), con il tempo di 35:24.5.

Un successo certamente importante per l’atleta ma anche per la squadra italiana, che, grazie a questo oro, si porta al quarto posto nel medagliere della manifestazione continentale, con cinque podi complessivi. Dietro la giovane altoatesina, il duo russo formato da Olga Galich (+48.4), terza al via, e Svetlana Perminova (+1:14.3), quarta alla partenza. Undicesimo posto, poi, per la gardenese Alexia Runggaldier, mentre le altre due azzurre Nicole Gontier e Giulia Collavo non hanno portato a termine la gara.

Terzo oro per Juliane Döll

Per quanto rigiuarda le senior, incontentabile Juliane Döll al terzo successo a Ridanna, e, considerando anche la staffetta (bronzo), alla sua quarta medaglia nella rassegna continentale altoatesina. La tedesca, partita per prima a seguito della vittoria ottenuta sabato nella prova sprint, non ha concesso nulla alle inseguitrici conducendo una gara di testa e chiudendo la propria fatica con il tempo di 34:54.1, commettendo due errori al poligono.

Perfetta nella precisione allo sparo, la transalpina Marine Bolliet è riuscita a scalare una posizione in classifica, arrivando seconda sul traguardo a 40.8 secondi dalla vincitrice di giornata. Nonostante il percorso netto, però, la francese non ha guadagnato nulla nei confronti della Döll, anzi ha perso ben 27 secondi rispetto al distacco al via. A completare il podio Nadine Horchler, salita dalla tredicesima sino alla terza posizione. La 24enne tedesca è risultata molto efficace al poligono (un solo errore) ed ha anche messo in luce grandi potenzialità nella sciata. Per lei il secondo bronzo a Ridanna, dopo il terzo posto con la staffetta nazionale.

Prima delle azzurre Karin Oberhofer, scivolata dalla quarta all’undicesima posizione. L’atleta di Velturno aveva fatto ben sperare in avvio, perdendosi però successivamente per strada e arrivando al traguardo con quatto errori al poligono e 2 minuti e 38 secondi di distacco dalla leader odierna. A completare i risultati della squadra italiana, Roberta Fiandino, diciassettesima e Michela Andreola ventiduesima.

Cala dunque il sipario su Ridanna 2011. Nel corso della manifestazione sono state messe in palio 45 medaglie, 15 delle quali vinte dalla Russia, prima nazione per il numero di podi conquistati.

Riconoscimento speciale, al termine dell’Europeo, da parte dell’IBU nei confronti del comitato organizzatore di Ridanna. Per i meriti dimostrati nella gestione dell’evento il presidente Hans Widmann è stato insignito con un premio.

Europei di Ridanna – pursuit femminile, 27 febbraio 2011

10 km Pursuit donne
1. Juliane Döll (GER) 34:54.1 (2 errori al poligono)
2. Marine Bolliet (FRA) +40,8 (0)
3. Nadine Horchler (GER) +1.13,3 (1)
4. Franziska Hildebrand (GER) +1.23,1 (1)
5. Ekaterina Glazyrina (RUS) +1.26,9 (4)
6. Jacquemine Baud (FRA) +1.42,7 (1)
7. Gabriela Soukalova (CZE) +1.47,7 (5)
8. Carolin Hennecke (GER) +2.06,2 (3)
9. Ekaterina Shumilova (RUS) +2.08,8 (1)
10. Evgeniya Sedova (RUS) +2.32,6 (4)
11. Karin Oberhofer (Velturno/ITA) +2.38,5 (4)
17. Roberta Fiandino (ITA) +3.25,0 (3)
21. Michela Andreola (ITA) +4.45,4 (4)

10 km Pursuit Donner Juniores
1. Dorothea Wierer (Rasun/ITA) 35.24,5 (3)
2. Olga Galich (RUS) +48,4 (2)
3. Svetlana Perminova (RUS) +1.14,3 (3)
4. Aleksandra Alkina (RUS) +1.14,9 (6)
5. Florie Vigneron (FRA) +2.05,2 (3)
6. Tirill Eckhoff (NOR) +2.21,7 (3)
7. Tatyana Trachuk (UKR) +2.23,1 (2)
8. Irina Kryuko (BLR) +2.32,4 (2)
9. Enora Latulliere (FRA) +2.45,2 (5)
10. Tatiana Semenova (RUS) +2.46,9 (4)
11. Alexia Runggaldier (S. Cristina/ITA) +2.48,2 (3
non arrivati: Nicole Gontier e Giulia Collavo (ITA)