Flash News

 
Questo fine settimana, l'élite dello slittino su pista naturale inizia la stagione di Coppa del Mondo 2018/19 a Kühtai in Austria. L'appuntamento ha luogo a esattamente 50 giorni dall'apertura della 22ª edizione dei Campionati Mondiali FIL a Lazfons, il clou di quest'inverno per gli slittinisti su pista naturale. L'evento si svolge nella roccaforte altoatesina dal 31 gennaio al 3 febbraio 2019.

Nelle località altoatesine di Lazfons, Verdignes e Velturno, la trepidazione in vista delle competizioni iridate è nettamente percepibile già 50 giorni prima dell'evento. "I preparativi fervono da mesi. Siamo un organizzatore esperto che realizza varie gare da oltre 30 anni. Il clou finora sono state le quattro edizioni di Coppa del Mondo nel 2005, 2010, 2012 e quest'anno. Ma un Mondiale, naturalmente, è un salto di qualità non da poco e, qui a Lazfons e Velturno, una prima assoluta. Intendiamo organizzarlo al meglio, per cui tutta la squadra si sta impegnando davvero a fondo", illustra il direttore del comitato organizzatore Sepp Oberrauch a un mese e mezzo dal grande evento altoatesino.

La divisione dei ruoli tra le località della Valle Isarco, Lazfons e Velturno, è ben definita: mentre la componente sportiva è realizzata completamente a Lazfons, Velturno ospita il programma ufficiale. La cerimonia di apertura del 31 gennaio e le premiazioni, quindi, si terranno nel centro comunale Castaneum. "La collaborazione tra Velturno e Lazfons è esemplare. Entrambi i luoghi si supportano dove possono", prosegue Oberrauch.

Chi succederà a Greta Pinggera e Alex Gruber? Da giovedì 31 gennaio a domenica 3 febbraio, a Lazfons verranno determinati i successori di Greta Pinggera (ITA/Lasa), di Alex Gruber (ITA/Villandro), del doppio austriaco Rupert Brüggler/Tobias Angerer e dell'Austria nella gara a squadre. A Lazfons, naturalmente, tutti aspettano soprattutto di vedere come se la caverà la beniamina locale, campionessa mondiale juniores e vincitrice della Coppa del Mondo juniores Alexandra Pfattner, che certamente conosce l'impegnativa pista Lahnwiesen meglio di chiunque altro dei fuoriclasse attesi.

Il tracciato estremamente selettivo è lungo 908 metri, il dislivello ammonta a 116 metri e la pendenza media è quasi del 13 percento. "Attualmente, a causa delle temperature ancora troppo alte nelle settimane scorse, la pista ancora non è completamente ghiacciata. Ma il gelo previsto nei prossimi giorni ci aiuta e, in fondo, abbiamo ancora un po' di tempo fino ai Mondiali. Una cosa è certa: ci attendono gare estremamente avvincenti", promette concludendo il direttore del comitato organizzatore Oberrauch.
Qusto sito utilizza cookies per migliorare la navigazione.
Continuando a navigare acconsenti all'utilizzo dei cookies.
Per maggiori dettagli clicca qui
Federazione Italiana Sport Invernali
via Piranesi 46, 20137 Milano - P.IVA e C.F. 05027640159 - Iscrizione al Tribunale di Milano n° 63, 11.12.2004
powered by   infront