News

 
Il conto alla rovescia sta per terminare: nella serata di venerdì 1 febbraio, la 22esima edizione dei Campionati Mondiali di slittino su pista naturale in programma a Latzfons, in Alto Adige, saranno inaugurati ufficialmente al Castaneum di Velturno. La pista Lahnwiesen, lunga 908 metri con 116 metri di dislivello, è pronta. Il tracciato iridato rimarrà chiuso fino a giovedì quando, alle 13, i doppi svolgeranno il primo allenamento ufficiale. E gli atleti attendono la rassegna iridata con tensione ed entusiasmo con gli italiani che si presentano all'appuntamento forti dell'en plein nell'ultima tappa di Coppa del mondo a Nova Ponente e della leadership in tutte le classifiche generali (Alex Gruber nel singolo maschile, Evelyn Lanthaler nel singolo femminile e Patrick Pigneter e Florian Clara nel doppio).

"Un Mondiale in casa è sempre particolarmente emozionante, ma anche la tensione è maggiore che quando si compete all'estero. Comunque sia, mi sento bene e a Latzfons darò il massimo", dichiara Patrick Pigneter che dopo tre quarti posti nel singolo è salito due volte sul podio. Conquistare la prima vittoria della stagione proprio in occasione dei Mondiali sarebbe il top, anche per uno come lui, l'atleta più vincente della storia di questo sport. A contendergli il titolo ci saranno soprattutto il campione iridato in carica, l'altro azzurro Alex Gruber, e l'austriaco Thomas Kammerlander. In questa stagione, Gruber ha vinto tre gare su cinque, mentre Kammerlander si è imposto nelle altre due. "Certo che intendo difendere il titolo, non ci sono dubbi - spiega Gruber -. Considero Patrick (Pigneter) il mio maggior avversario, ma Thomas (Kammerlander) non va assolutamente sottovalutato. A Latzfons, una delle piste più impegnative dell'intero circuito, vince lo slittinista più completo. Senza dubbio è una motivazione competere nel paese accanto al mio (lui è di Villandro, n.d.r.) e sulla "mia" pista, sapendo che incontrerò tante facce note. Inoltre, i Mondiali non contano per la Coppa del Mondo generale, per cui non rischio nulla"
.
In campo femminile, invece, di vincitrice finora ce n'è stata una sola: Evelin Lanthaler è assolutamente irraggiungibile, quest'anno ha vinto tutte e cinque le gare in programma. Scontato, quindi, che la 27enne della Val Passiria sia la favorita assoluta al titolo iridato. "Attualmente mi trovo a mio agio nel ruolo di campionessa - rivela l'azzurraa -. Non ho difficoltà a sopportare la pressione e ultimamente tutto mi riesce facile, sono tranquilla e, probabilmente, è proprio questo il motivo per cui va tutto così bene. Le mie avversarie più forti? Certamente la mia compagna di squadra Greta Pinggera. Ma bisogna tenere in considerazione anche Ekaterina Lavrenteva. Nelle ultime gare si è visto che è estremamente ambiziosa e che è fortemente intenzionata a essere della partita". Il titolo del singolo femminile, però, attualmente è detenuto da Greta Pinggera. L'atleta di Lasa, che quest'anno vanta due secondi e due terzi posti, sicuramente non si arrenderà senza combattere. "Quest'estate ho cambiato il service man, per cui all'inizio non è stato facile. La pista di Latzfons però mi piace, mi ci trovo bene, e se riesco a risolvere i problemi con il materiale posso essere molto veloce. In allenamento ho già affrontato Evelin, che per me è la favorita assoluta, in un testa a testa". 
Qusto sito utilizza cookies per migliorare la navigazione.
Continuando a navigare acconsenti all'utilizzo dei cookies.
Per maggiori dettagli clicca qui
Federazione Italiana Sport Invernali
via Piranesi 46, 20137 Milano - P.IVA e C.F. 05027640159 - Iscrizione al Tribunale di Milano n° 63, 11.12.2004
powered by   infront