Flash News

 
Dopo il prologo in tecnica classica di sabato, la tappa di Coppa Italia di Lama Mocogno ha visto gli atleti confrontarsi in una prova ad inseguimento in tecnica libera. Francesca Baudin (GS Fiamme Gialle), dopo aver preso il via con un margine di circa un minuto su Alice Canclini (CS Esercito) e Chiara De Zolt Ponte (CS Carabinieri) è stata costretta al ritiro per problemi alla caviglia. De Zolt ha aumentato il ritmo ed è riuscita a staccare la leader della Coppa Italia assoluta, Alice Canclini, così all'arrivo ha vinto con il tempo totale di 44:26.1, con Alice Canclini dietro di 1:17.4. Terza Chiara Becchis (CS Carabinieri) a 4:39.9.

Per quanto riguarda la prova maschile, per oltre metà gara Simone Daprà (GS Fiamme Oro), vincitore del prologo in tecnica classica, ha corso insieme al valtellinese Mirco Bertolina (CS Carabinieri) che nell'ultimo giro è riuscito ad aumentare il ritmo e a staccare il poliziotto trentino. Al terzo posto è giunto Stefan Zelger (CS Esercito) che ha recuperato alcune posizioni ed ha tagliato il traguardo staccato di 50.9 dalla testa.

Leader della Coppa Italia Sportful si confermano i due atleti del CS Esercito, Alice Canclini e Daniele Serra, anche se il vantaggio di quest'ultimo nei confronti di Paolo Ventura si è ridotto a 12 punti e sarà decisiva la prova finale di Campo Carlomagno di fine stagione. Chiara De Zolt Ponte è invece la nuova leader della Coppa Italia Sportful Under 23 insieme a Daniele Serra, mentre Nicola Castelli e Stefania Corradini rimangono leader della Coppa Italia Sportful Civili.

A Lama di Mocogno si è disputata anche la staffetta mista dei campionati italiani categoria Ragazzi: a trionfare è stata la squadra A del Comitato Alpi Occidentali con Carlotta Gautero, Alberto Rigaudo, Giulia Piacenza e Michele Carollo, con le due donne che sono riuscite a fare la differenza e a trascinare anche i compagni al successo con 28 secondi di vantaggio sul Trentino (Arianna Broch, Nicola Romagna, Annalisa Varesco e Samuele Bettega) e 1'12"1 sulle Alpi Centrali (Ielitro, Negroni, Comensoli e Gaglia).

Ottima l'organizzazione dello Sci Club Olimpic Lama che è riuscito a preparare al meglio i percorsi di gara nonostante un forte vento abbia accompagnato la manifestazione.
Qusto sito utilizza cookies per migliorare la navigazione.
Continuando a navigare acconsenti all'utilizzo dei cookies.
Per maggiori dettagli clicca qui
Federazione Italiana Sport Invernali
via Piranesi 46, 20137 Milano - P.IVA e C.F. 05027640159 - Iscrizione al Tribunale di Milano n° 63, 11.12.2004
powered by   infront