Flash News

 
Le dichiarazioni delle azzurre al termine del superG di Garmisch.

Federica Brignone: "Sono molto soddisfatta del piazzamento: Garmisch mi piace moltissimo, è uno dei miei superG preferiti, poi il tracciato l'ha disegnato il nostro allenatore e si vede, siamo quattro nelle prime dieci, un grande risultato per la nostra squadra e un gran ritorno per Sofia (Goggia, n.d.r.). Stanotte ho avuto qualche problemino, ma penso di poter recuperare e di stare meglio per la discesa. Spero di riuscire a fare quello che ho fatto oggi, soprattutto nella parte centrale con le curve. Le prove sono state molto buone, al di là dei piazzamenti. Proverò a difendermi nella parte tecnica, so che nella parte alta non sono la più veloce. Era ora di fare un bel risultato anche in superG, ne avevo bisogno, quest'anno non ero mai entrata nelle dieci".

Francesca Marsaglia: "Non voglio trovare scuse, ma purtroppo questa notte ho vomitato ed ero un po' debole. Da metà prova in poi sentivo la gamba un po' molle, ma sono contenta perché l'atteggiamento c'era e nella parte alta ho sentito di nuovo le curve molto in pista, è di buon auspicio per le prossime settimane. Vedo cose positive ogni giorni, sono felice di essere tornata a pieno e sono felice anche per il decimo posto di mio fratello nella discesa di Kitz, lo merita tutto".

Nadia Fanchini: "Sinceramente sono contenta di questo piazzamento. Non è l'undicesimo posto la mia ambizione, ma per come sta andando quest'anno è un piccolo mattoncino, da qui cerco di costruire qualcosa".

Marta Bassino: "Sono felice, sono riuscita a sciare bene, dopo due giorni di prove così così in discesa ho resettato. Questo era un bel superG, con le curve, e ho pensato solo a spingere: è il mio miglior risultato in superG, sono contenta. Il podio di Plan de Corones mi ha dato tanta tanta fiducia, specialmente in gigante, e quando sei a posto tecnicamente lì, sono convinta che le cose vengano bene anche in velocità. Ora non farò lo discesa, mi allenerò a Tarvisio in vista del gigante di Maribor".

Nicol Delago: "Basta parlare di errori di inesperienza. Certo, devo ancora imparare tanto. È che a tratti va anche molto bene, ma non riesco a fare una prova intera, questo mi brucia dentro. Questa pista mi piace tanto, cercherò di far bene in discesa".


Qusto sito utilizza cookies per migliorare la navigazione.
Continuando a navigare acconsenti all'utilizzo dei cookies.
Per maggiori dettagli clicca qui
Federazione Italiana Sport Invernali
via Piranesi 46, 20137 Milano - P.IVA e C.F. 05027640159 - Iscrizione al Tribunale di Milano n° 63, 11.12.2004
powered by   infront