News

 
Se a Crans Montana organizzate una combinata, non invitate Federica Brignone, perché altrimenti non c'è gara. Per il terzo anno consecutivo l'azzurra trionfa sul pendio svizzero e a differenza degli altri anni stavolta si toglie la straordinaria soddisfazione di stabilire il miglior tempo in discesa, lei che velocista non è. Ma già nella gara di sabato aveva dimostrato di poter dire la sua anche nella specialità a lei meno congeniale e dopo 24 ore ne ha dato la splendida conferma.

Brignone conquista così il decimo trionfo in carriera (secondo stagionale dopo il gigante di Killington), chiudendo con 38 centesimi di vantaggio sulla canadese Roni Remme e oltre un secondo sull'oro mondiale Wendy Holdener, che in discesa ha commesso qualche errore di troppo e non ha ripetuto la grande prova di Are. Federica, dunque, si riprende quello che in Svezia le era mancato, soprattutto per le condizioni in cui aveva gareggiato, prima in superG, poi in combinata e infine in gigante, dove aveva comunque chiuso con tre piazzamenti nella top ten spesso penalizzata dalla scarsa visibiltà.  

Unico rammarico per l'azzurra, se vogliamo, è che con una sola combinata la Fis non assegnerà la coppetta della specialità: lei che è un atleta polivalente avrebbe meritato la sfera di cristallo. Intanto in classifica generale sale al sesto posto con 632 punti, a 35 dal quarto occupato da Nicole Schmidhofer, mentre Holdener consolida la terza posizione a quota 843 alle spalle di Shiffrin (1794) e Vlhova (1075). 

L'Italia applaude anche il nono posto di Marta Bassino, soddisfatta della settima piazza parziale in discesa, meno della prova in slalom, mentre Nicol (18esima a 3"46) ha vinto la sfida in famiglia con la sorella Nadia, che con il 26° posto centra comunque il miglior risultato in carriera in Coppa del mondo, andando per la seconda volta in zona punti. Se ci sarà, potrà riprovarci anche la prossima settimana a Rosa Khutor, nel complesso sciistico delle Olimpiadi di sci, dove sabato 2 e domenica 3 marzo ci saranno una discesa e un superG.

Ordine d'arrivo AC femminile Crans Montana (Sui)
1 BRIGNONE Federica ITA 1:30.94 44.26 0 2:15.20 
2 REMME Roni CAN 1:32.14 43.44 2:15.58 +0.38 
3 HOLDENER Wendy SUI 1:32.41 43.83 2:16.24 +1.04 
4 KOPP Rahel SUI 1:32.76 43.98 2:16.74 +1.54 
5 DORSCH Patrizia GER 1:33.43 43.58 16 2:17.01 +1.81 
6 AGER Christina AUT 1:32.65 44.38 2:17.03 +1.83 
7 MIRADOLI Romane FRA 1:31.73 45.40 2:17.13 +1.93 
8 NUFER Priska SUI 1:31.31 45.83 2:17.14 +1.94 
9 BASSINO Marta ITA 1:32.15 45.06 2:17.21 +2.01 
10 MOWINCKEL Ragnhild NOR 1:31.42 45.80 2:17.22 +2.02 
11 IGNJATOVIC Nevena SRB 1:33.76 43.51 2:17.27 +2.07 
12 HAASER Ricarda AUT 1:32.95 44.43 2:17.38 +2.18 
13 GAGNON Marie-Michele CAN 1:32.54 44.92 2:17.46 +2.26 
14 GRITSCH Franziska AUT 1:33.65 44.04 2:17.69 +2.49 
15 LIE Kajsa Vickhoff NOR 1:33.65 44.28 +2:17.93 +2.73 
16 GROEBLI Nathalie SUI 1:32.65 45.47 2:18.12 +2.92 
17 SIEBENHOFER Ramona AUT 1:33.24 45.35 2:18.59 +3.39 
18 DELAGO Nicol ITA 1:32.26 46.40 2:18.66 +3.46 
19 RAEDLER Ariane AUT 1:32.61 46.22 2:18.83 +3.63 
20 SUTER Jasmina SUI 1:34.29 44.64 +2:18.93 +3.73 
21 HOERNBLAD Lisa SWE 1:32.23 46.97 2:19.20 +4.00 
22 SMALL Greta AUS 1:33.25 46.03 2:19.28 +4.08 
23 REISINGER Elisabeth AUT 1:32.16 47.28 2:19.44 +4.24 
24 ROUX Tifany FRA 1:35.18 44.46 2:19.64 +4.44 
25 SIMARI BIRKNER Macarena ARG 1:35.78 44.22 2:20.00 +4.80 
26 DELAGO Nadia ITA 1:33.53 46.68 2:20.21 +5.01 
27 BAILET Margot FRA 1:35.38 45.17 2:20.55 +5.35 
28 ORTLIEB Nina AUT 1:31.37 49.38 2:20.75 +5.55 
29 MERRYWEATHER Alice USA 1:32.43 48.74 2:21.17 +5.97
Qusto sito utilizza cookies per migliorare la navigazione.
Continuando a navigare acconsenti all'utilizzo dei cookies.
Per maggiori dettagli clicca qui
Federazione Italiana Sport Invernali
via Piranesi 46, 20137 Milano - P.IVA e C.F. 05027640159 - Iscrizione al Tribunale di Milano n° 63, 11.12.2004
powered by   infront