News

 
I Mondiali di sci alpino dell'Italia si chiudono con il decimo posto di Stefano Gross nello slalom maschile e, in ottica futura, con la soddisfazione di vedere il 19enne Alex Vinatzer stabilire il miglior tempo della seconda manche, davanti ai mostri sacri della specialità. L'altoatesino alla fine è 19esimo, dopo aver recuperato nove posizioni, appena dietro il veterano Manfred Moelgg, ma considerando che nella prima manche ha trovato una pista in pessime condizioni e che - parole sue - aveva sbagliato la scelta degli sci, la sua prestazione al ritorno in pista fa ben sperare. L'altro azzurro, Giuliano Razzoli, finisce 22esimo: era stato il migliore in avvio nella prima manche con il settimo tempo al primo intermedio, poi, come ha rivelato lo stesso emiliano, un palo gli ha spostato la maschera costringendolo a sciare per due terzi di gara in condizioni di disagio. Nella seconda manche, invece, non si è ripetuto e ha perso qualche posizione dopo il 14° posto della prima.

Ad Are si chiude il sipario con lo squadrone austriaco in trionfo. Finora non aveva raccolto un solo oro e, tra le donne, addirittura nessuna medaglia (escludendo ovviamente l'argento del team event al quale hanno contribuito anche Katharina Liensberger e Katharina Truppe), nello slalom arriva una tripletta storica, con il trionfo di sua maestà Marcel Hirscher davanti ai compagni Michael Matt e Marco Schwarz. Il re delle ultime sette Coppe del mondo, che si appresta a conquistare l'ottava tra un mese, mette a frutto la rabbia per aver perso la sfida con il rivale Henrik Kristoffersen in gigante e domina nettamente tra i pali stretti, conquistando il settimo oro iridato della carriera, il quinto in gare individuali, il terzo in slalom, dove era campione in carica. Nella prima manche aveva 56 centesimi di vantaggio su Pinturault e oltre un secondo su tutti gli altri, nella seconda, dopo l'errore del francese, è sceso in pista sapendo di avere un vantaggio enorme da gestire e l'ha fatto con intelligenza chiudendo con 65 centesimi di vantaggio su Matt.

La giovane rivelazione stagionale Clement Noel chiude soltanto settimo, mettendosi alle spalle Kristoffersen che però in slalom ha avuto difficoltà in tutto l'inverno: aveva vinto a Wengen e a Kitzbühel, non è arrivato al top in Svezia e non ha sfruttato il pettorale numero 1 della prima manche. Martedì 19 rivedremo più o meno gli stessi protagonisti di oggi, perché torna la Coppa del mondo con il city event di Stoccolma e le sfide dirette dello slalom parallelo. Per i Mondiali bisognerà aspettare altri due anni: si terranno in Italia, a Cortina, nel 2021.

Ordine d'arrivo SL maschile Mondiali Are (Swe)
1. HIRSCHER Marcel AUT 1:00.60 1:05.26 2:05.86
2. MATT Michael AUT 1:01.95 1:04.56 2:06.51 +0.65
3. SCHWARZ Marco AUT 1:01.82 1:04.80 2:06.62 +0.76
4. PINTURAULT Alexis FRA 1:01.16 1:05.63 2:06.79 +0.93
5. ZENHAEUSERN Ramon SUI 1:02.92 1:03.90 2:06.82 +0.96
6. FELLER Manuel AUT 1:01.98 1:04.92 2:06.90 +1.04
7. NOEL Clement FRA 1:02.78 1:04.17 2:06.95+1.09
8. KRISTOFFERSEN Henrik NOR 1:02.30 1:04.68 2:06.98 +1.12
9. RYDING Dave GBR 1:03.72 1:03.31 2:07.03 +1.17
10. GROSS Stefano ITA 1:02.96 1:04.37 2:07.33  +1.47
11. HIRSCHBUEHL Christian AUT 1:02.82 1:04.54 2:07.36 +1.50
12. FOSS-SOLEVAAG Sebastian NOR 1:03.32 1:04.21 2:07.53 +1.67
13. MYHRER Andre SWE 1:02.88 1:04.67 2:07.55 +1.69
14. MEILLARD Loic SUI 1:02.67 1:05.13 2:07.80 +1.94
15. KHOROSHILOV Alexander RUS 1:03.56 1:04.29 2:07.85 +1.99 
16. MUFFAT-JEANDET Victor FRA 1:03.67 1:04.42 2:08.09 +2.23
17. KRANJEC Zan SLO 1:05.00 1:03.14 2:08.14 +2.28
18. MOELGG Manfred ITA 1:03.62 1:04.63 2:08.25 +2.39
19. VINATZER Alex ITA 1:05.21 1:03.10 2:08.31 +2.45
20. HARGIN Mattias SWE 1:04.96 1:03.43 2:08.39 +2.53
21. KOLEGA Elias CRO 1:04.07 1:04.35 2:08.42 +2.56
22. RAZZOLI Giuliano ITA 1:03.25 1:05.20 2:08.45 +2.59
23. NORDBOTTEN Jonathan NOR 1:04.62 1:04.74 2:09.36 +3.50 
24. FOURNIER Simon CAN 1:04.49 1:04.93 2:09.42 +3.56
25. TREMMEL Anton GER 1:05.04 1:04.74 2:09.78 +3.92
26. ZUBCIC Filip CRO 1:05.24 1:04.87 2:10.11 +4.25
27. DEL CAMPO Juan ESP 1:05.23 1:05.77 2:11.00 +5.14

Qusto sito utilizza cookies per migliorare la navigazione.
Continuando a navigare acconsenti all'utilizzo dei cookies.
Per maggiori dettagli clicca qui
Federazione Italiana Sport Invernali
via Piranesi 46, 20137 Milano - P.IVA e C.F. 05027640159 - Iscrizione al Tribunale di Milano n° 63, 11.12.2004
powered by   infront