News

 
Neppure l'influenza può fermare una fuoriclasse assoluta come Mikaela Shiffrin. Al termine della prima manche, aveva preferito non rilasciare nessun'intervista, magari un po' arrabbiata per il terzo posto provvisorio, o forse semplicemente bisognosa di riposo, perché provata dalla tosse e da condizioni fisiche non al top. Eppure, al ritorno in pista, la statunitense ha compiuto un autentico capolavoro stabilendo il miglior tempo e conquistando il quarto titolo mondiale consecutivo in slalom, impresa mai riuscita a nessuno, in un nessuna specialità. E torna da Are con due ori, considerando anche quello in superG. 

La sua epopea è cominciata a Schladming, nel 2013, quando aveva appena 17 anni ed è proseguita a Beaver Creek e a St. Moritz. Oggi ne ha 23, è ancora giovanissima e sta già scrivendo gara dopo gara la storia dello sci con una serie di record impressionanti. Sulla pista di Are, che pure non le piace più di tanto al punto da bocciare la candidatura olimpica di Stoccolma per il 2026, Mikaela Shiffrin regala una seconda manche da indemoniata, aggredendo ogni porta, proprio come non era riuscita a fare nella prima, inizialmente corsa un po' in difesa. Così alla fine la sua grande rivale Petra Vlhova deve inchinarsi beccando addirittura oltre un secondo nel complesso, ma salendo comunque sul terzo gradino del podio e conquistando la terza medaglia dopo l'oro in gigante e l'argento in combinata.

L'impresa la fa anche Anna Swenn Larsson, che ha scalato le posizioni della start list di slalom con una serie di buoni piazzamenti, ma in Coppa del mondo è salita sul podio appena due volte, di cui una a Maribor, poco prima di partire per i Mondiali. Evidemente ha preparato alla grande la rassegna iridata da disputare sulla pista di casa e l'argento la premia. Wendy Holdener, oro in combinata e nel team event vissuto a protagonista, aveva il miglior tempo nella prima manche, ma nella seconda ha rischiato troppo provando a stare davanti alla stratosferica Shiffrin, è andata lunga su una porta ed è stata costretta a risalire, finendo diciassettesima. Fuori dal podio anche Katharina Liensberger, quarta, così lo squadrone austriaco femminile chiude senza medaglie dopo 37 anni.

L'unica azzurra arrivata al traguardo è Chiara Costazza, che nella seconda manche conferma il 20° posto della prima. In entrambe le circostanze qualche errore di troppo ne ha compromesso la prestazione. Era partita alla grande la giovanissima Lara Della Mea nella seconda manche, poi però è arrivata stanca alle ultime porte ed è uscita. Irene Curtoni, arrivata in condizioni fisiche non perfette ad Are, era finita fuori già nella prima manche. Ma torna a casa con il bronzo del team event, come Della Mea. E va già benissimo così.

Ordine d'arrivo SL femminile Mondiali Are (Swe)
1. SHIFFRIN Mikaela USA 57.23 59.82 1:57.05 
2. SWENN LARSSON Anna SWE 57.19 1:00.44 1:57.63 +0.58
3. VLHOVA Petra SVK 57.54 1:00.54 1:58.08 +1.03
4. LIENSBERGER Katharina AUT 57.35 1:01.13 1:58.48 +1.43
5. HANSDOTTER Frida SWE 57.64 1:01.80 1:59.44 +2.39
6. ST-GERMAIN Laurence CAN 58.60 1:01.05 1:59.65 +2.60
7. HUBER Katharina AUT 58.66 1:01.19 1:59.85 +2.80
8. TRUPPE Katharina AUT 58.93 1:01.05 1:59.98 +2.93
9. SCHILD Bernadette AUT 59.20 1:01.26 2:00.46  +3.41
10. MIELZYNSKI Erin CAN 58.99 1:01.60 2:00.59 +3.54
11. DUERR Lena GER 59.83 1:01.47 2:01.30 +4.25
12. REMME Roni CAN 59.36 1:02.02 2:01.38 +4.33
13. NOENS Nastasia FRA 59.91 1:01.62 2:01.53 +4.48
14. SAEFVENBERG Charlotta SWE 1:00.21 1:01.98 2:02.19 +5.14
15. DANIOTH Aline SUI 1:00.15 1:02.07 2:02.22 +5.17
16. SKJOELD Maren NOR 1:00.87 1:01.40 2:02.27 +5.22
17. HOLDENER Wendy SUI 57.08 1:05.23 2:02.31 +5.26
18. MOLTZAN Paula USA 1:00.46 1:02.05 2 2:02.51 +5.46
19. JELINKOVA Adriana NED 1:01.45 1:01.07 5 2:02.52 +5.47
20. COSTAZZA Chiara ITA 1:00.36 1:02.37 2:02.73 +5.68
21. CAPOVA Gabriela CZE 1:00.60 1:02.45 2:03.05 +6.00
22. SMART Amelia CAN 1:01.58 1:01.76 2:03.34 +6.29
23. GUTIERREZ Mireia AND 1:01.70 1:01.67 2:03.37 +6.32
24. GUEST Charlie GBR 1:01.82 1:01.63 2:03.45 +6.40
25. SHKANOVA Maria BLR 1:01.52 1:02.51 2:04.03 +6.98
DELLA MEA Lara ITA ritirata 2ª manche
CURTONI Irene ITA ritirata 1ª manche
Qusto sito utilizza cookies per migliorare la navigazione.
Continuando a navigare acconsenti all'utilizzo dei cookies.
Per maggiori dettagli clicca qui
Federazione Italiana Sport Invernali
via Piranesi 46, 20137 Milano - P.IVA e C.F. 05027640159 - Iscrizione al Tribunale di Milano n° 63, 11.12.2004
powered by   infront