News

 
Una grande gioia e un enorme rimpianto. La prima discesa di Cortina, con partenza abbassata al superG, si chiude con sensazioni contrastanti per l'Italia: il sesto posto di Francesca Marsaglia vale tantissimo, perché è il suo miglior risultato in carriera nella specialità, dove mai era arrivata così in alto, e in generale, eguagliando l'identico piazzamento ottenuto in questa stagione nel superG in Val Gardena e in passato in altri due superG (Meribel 2015 e Zauchensee 2016). L'uscita di Nicol Delago, invece, è un vero e proprio peccato: come è nelle sue caratteristiche ha rischiato tanto e al secondo intermedio era in testa con due centesimi di vantaggio su Ramona Siebenhofer. Poi, purtroppo, ha perso il controllo e si è fermata.

A trionfare, sull'Olympia, è proprio l'austriaca Ramona Siebenhofer, al suo primo successo in carriera in Coppa del mondo. Già in Val Gardena aveva fatto capire di esserci molto vicina, chiudendo in testa entrambe le prove cronometrate, qui ha dato il meglio di sé in gara, rifilando ben 40 centesimi a una campionessa come Ilka Stuhec e 46 alla sua connazionale Stephanie Venier. Manca la top 3 per appena un centesimo la svizzera Corinne Suter, mentre Francesca Marsaglia, quarta al terzo intermedio, sembrava in grado di lottare per il suo primo podio, ma oggi, considerando che l'azzurra ha saltato l'intera scorsa stagione per infortunio, il piazzamento è già un grande risultato.

La romana si era nascosta un po' in prova, dove la migliore azzurra era stata Nadia Fanchini: la bresciana ha comunque confermato il suo buono stato di forma, chiudendo in tredicesima posizione a 99 centesimi da Siebenhofer e davanti a Lindsey Vonn, la campionessa statunitense che alla sua prima gara stagionale ha commesso subito un errore perdendo velocità e posizioni, finendo quindicesima. Tra le trenta anche Federica Brignone e Marta Bassino, più lontana Anna Hofer. Come Nicol Delago, anche Elena Curtoni è uscita, più o meno nello stesso punto.

A Cortina si replica sabato 19 gennaio con un'altra discesa, stavolta con partenza alle 10.30 (diretta Rai 2 ed Eurosport 2). La classifica di Coppa del mondo non cambia al vertice con Shiffrin, oggi assente (tornerà nel superG di domenica), nettamente al comando a quota 1394 contro gli 898 punti di Petra Vlhova e i 593 di Wendy Holdener. Novità, invece, nella graduatoria di specialità, dove Ramona Siebenhofer balza al comando a quota 420 scavalcando la connazionale Schmidhofer e Ilka Stuhec (seconda a sole due lunghezze).

Ordine d'arrivo DH femminile Cdm Cortina (Ita)
1 SIEBENHOFER Ramona AUT 1:15.44 
2 STUHEC Ilka SLO 1:15.84 +0.40 
3 VENIER Stephanie AUT 1:15.90 +0.46 
4 SUTER Corinne SUI 1:15.91 +0.47 
5 MIRADOLI Romane FRA 1:15.98 +0.54 
6 MARSAGLIA Francesca ITA 1:16.18 +0.74 
7 TIPPLER Tamara AUT 1:16.19 +0.75 
8 WEIDLE Kira GER 1:16.20 +0.76 
9 ROSS Laurenne USA 1:16.23 +0.79 
9 HUETTER Cornelia AUT 1:16.23 +0.79 
11 REBENSBURG Viktoria GER 1:16.32 +0.88 
12 SCHMIDHOFER Nicole AUT 1:16.39 +0.95 
13 FANCHINI Nadia ITA 1:16.43 +0.99 
14 GISIN Michelle SUI 1:16.47 +1.03 
15 HAASER Ricarda AUT 1:16.63 +1.19 
15 VONN Lindsey USA 1:16.63 +1.19
17 LEDECKA Ester CZE 1:16.66 +1.22 
17 WENIG Michaela GER 1:16.66 +1.22 
19 PUCHNER Mirjam AUT 1:16.85 +1.41 
19 FLURY Jasmine SUI 1:16.85 +1.41 
21 MOWINCKEL Ragnhild NOR 1:16.86 +1.42 
22 MERRYWEATHER Alice USA 1:16.88 +1.44 
23 GUT-BEHRAMI Lara SUI 1:16.93 +1.49 
24 HAEHLEN Joana SUI 1:17.15 +1.71 
24 BRIGNONE Federica ITA 1:17.15 +1.71 
26 BASSINO Marta ITA 1:17.18 +1.74 
27 LIE Kajsa Vickhoff NOR 1:17.21 +1.77 
28 PIOT Jennifer FRA 1:17.22 +1.78 
29 FEST Nadine AUT 1:17.28 +1.84 
30 ORTLIEB Nina AUT 1:17.29 +1.85

44 HOFER Anna ITA 1:18.36 +2.92
CURTONI Elena ITA ritirata
DELAGO Nicol ITA ritirata
Qusto sito utilizza cookies per migliorare la navigazione.
Continuando a navigare acconsenti all'utilizzo dei cookies.
Per maggiori dettagli clicca qui
Federazione Italiana Sport Invernali
via Piranesi 46, 20137 Milano - P.IVA e C.F. 05027640159 - Iscrizione al Tribunale di Milano n° 63, 11.12.2004
powered by   infront