News

 
Beat Feuz ha fatto subito sul serio, molto più di tutti gli altri. Nella prima prova di discesa effettuata a Wengen, il detentore della classifica di specialità, nonché leader attuale, è stato di gran lunga il più veloce chiudendo con il tempo di 2'29"49, con un vantaggio di 1"16 sul connazionale Mauro Caviezel e 1"27 sull'austriaco Matthias Mayer. Sulla pista di casa lo svizzero, che qui ha già vinto nella scorsa stagione e nel 2012, arrivando secondo nel 2015, ha fatto la differenza dal terzo intermedio in poi, guadagnando decimi di metro in metro.

Si sono un po' nascosti gli italiani che hanno badato più che altro a provare il tracciato senza dare importanza al tempo, con Christof Innerhofer che ha chiuso 13esimo in 2'31"77 e Dominik Paris, reduce dai due trionfi consecutivi di Bormio in discesa e in superG, che è finito addirittura 38° a 4"69 da Feuz, dietro anche ai compagni di squadra Emanuele Buzzi (28°) e Mattia Casse (33°). Più lontani gli altri azzurri Werner Heel (41°), Matteo Marsaglia (50°) e Riccardo Tonetti (61°) Giovedì 17, alle 10.30, gli atleti avranno la possibilità di provare la Lauberhorn.

Ordine d'arrivo 1ª prova DH maschile Wengen (Sui)
1 FEUZ Beat SUI 2:29.49 
2 CAVIEZEL Mauro SUI 2:30.65 +1.16 
3 MAYER Matthias AUT 2:30.76 +1.27 
4 BENNETT Bryce USA 2:30.79 +1.30 
5 KRIECHMAYR Vincent AUT 2:30.90 +1.41 
6 SVINDAL Aksel Lund NOR 2:31.11 +1.62 
7 REICHELT Hannes AUT 2:31.23 +1.74 
8 STRIEDINGER Otmar AUT 2:31.34 +1.85 
9 FRANZ Max AUT 2:31.42 +1.93 
10 JANKA Carlo SUI 2:31.47 +1.98

13 INNERHOFER Christof ITA 2:31.77 +2.28
28 BUZZI Emanuele ITA 2:32.96 +3.47
33 CASSE Mattia ITA 2:33.52 +4.03
38 PARIS Dominik ITA 2:34.18 +4.69 
41 HEEL Werner ITA 2:34.52 +5.03
50 MARSAGLIA Matteo ITA 2:35.32 +5.83
61 TONETTI Riccardo ITA 2:36.43 +6.94
Qusto sito utilizza cookies per migliorare la navigazione.
Continuando a navigare acconsenti all'utilizzo dei cookies.
Per maggiori dettagli clicca qui
Federazione Italiana Sport Invernali
via Piranesi 46, 20137 Milano - P.IVA e C.F. 05027640159 - Iscrizione al Tribunale di Milano n° 63, 11.12.2004
powered by   infront