News

 
Si è alzato in Valmalenco il sipario sul Mondiale Junior FIS Freestyle Ski, sollevato da un volo di 200 palloncini che hanno portato sopra i tetti paese di Chiesa le bandiere delle 26 Nazioni iscritte e qui presenti per la prossima settimana. Sono 320 gli atleti che si contenderanno i 6 titoli di specialità da domani, 24 marzo, sino a mercoledì 1 aprile, accompagnati da 250 componenti tecnici dei Team Nazionali.

Ad accogliere questa variegata rappresentanza di sportivi provenienti da ogni angolo del globo, per il quarto anno consecutivo è stata la panoramica piazza Santi Giacomo e Filippo di Chiesa in Valmalenco, protesa tra i tetti del nucleo storico del paese e la circostante corona di vette alpine.

Le Autorità locali hanno portato il saluto ai giovani atleti. Il Sindaco di Chiesa Valmalenco Miriam Longhini ed il Presidente dell'Unione dei Comuni della Valmalenco Danilo Bruseghini hanno sottolineato lo spirito di amicizia con cui popolazione ed Amministrazioni locali accolgono le delegazioni sportive, offrendo loro la possibilità di vivere non solo un'esperienza sportiva ma anche di conoscenza di cultura e tradizioni.
In rappresentanza dell'Amministrazione Provinciale il Consigliere Marco Negrini ha sottolineato come questo mondiale sia uno dei 20 appuntamenti inseriti nel programma “Valtellina for Expo 2015”, diventando così uno dei momenti attraverso i quali l'intera Provincia di Sondrio si presenterà al mondo intero durante l'esibizione universale di Milano.

Il Delegato FIS Freestyle Ski Reinhard Krampfl nel suo intervento ha evidenziato il valore sportivo di questi Campionati Mondiali Junior. In particolare, essendo i primi Mondiali dopo i Giochi Invernali di Sochi 2014, qui cominceranno a mettersi in luce i talenti su cui le Nazionali scommetteranno in prospettiva dei prossimi in Korea 2018 e, a più breve termine, ai Giochi Invernali Junior di Lillehammer 2016.
Apprezzamento particolare rivolto inoltre alla professionale e piacevole ospitalità della Valmalenco, nonché all'elevata specializzazione della Ski-Area.

Dal palco è poi arrivato un saluto speciale, portato dalla pluri-medagliata olimpica valtellinese Arianna Fontana, neo vice-campionessa Mondiale di Short Track, che proprio pattinando sul ghiaccio della Valmalenco ha mosso i primi passi della sua carriera. La campionessa Azzurra ha augurato soddisfazioni e successo ai giovani partecipanti, quali frutto di impegno e concentrazione sul proprio percorso sportivo.

Martedì 24 marzo, sulla pista del “Dosso”, nel cuore dell'arena naturale dell'Alpe Palù, si disputeranno le prime prove iridate, volte ad assegnare gli Ori mondiali della spettacolare prova di “Aerials”, con i salti acrobatici da quello stesso trampolino che sabato scorso ha decretato i campioni europei di specialità.

La conformazione dell'Alpe Palù permette di assistere alle prove più coreografiche in una condizione di ottimale favore scenografico, in un naturale “ski stadium”: le piste e le strutture per Moguls, Aerials, Half Pipe e Slopestyle in particolare si affacciano sull'ampio pianoro all'arrivo degli impianti di risalita, risultando così ampiamente godibili da parte del pubblico una volta raggiunta la Ski Area Valmalenco.
Ma i momenti salienti dell'evento si proiettano anche in tutto il mondo attraverso la rete, grazie alla condivisione quotidiana sul canale Youtube “Valmalenco Snowboard” di una clip che condensa gli inconfondibili panorami della Valmalenco e le prestazioni sportive degli atleti.

Il programma delle competizioni:
martedì 24 marzo  - Finali Aerials
mercoledì 25 marzo - Finali  Moguls
giovedì 26 marzo - Finali Dual Moguls
sabato 28 marzo - Finali Slope style
domenica 29 marzo - Cerimonia Chiusura
lunedi 30 marzo - finali Half Pipe
mercoledì 1 aprile - finali Skicross
Qusto sito utilizza cookies per migliorare la navigazione.
Continuando a navigare acconsenti all'utilizzo dei cookies.
Per maggiori dettagli clicca qui
Federazione Italiana Sport Invernali
via Piranesi 46, 20137 Milano - P.IVA e C.F. 05027640159 - Iscrizione al Tribunale di Milano n° 63, 11.12.2004
powered by   infront