News

 
E' della tedesca Lisa Zimmermann la medaglia d'oro nello slopestyle del freestyle ai Mondiali di Kreischberg, in Austria. La Zimmermann totalizza il punteggio di 85,80 inarrivabile per tutte le altre avversarie, compresa l'inglese Katie Summerhayes, l'unica ad avvicinarsi alla leader e alla fine capace di conclude in argento con 82,80. Terza è la slovacca Zuzana Stromkova con 77,60. Quinta l'azzurra Silvia Bertagna, con un'ottima condotta di gara sin dalle qualificazioni. In finale, il suo è stato un andamento alterno: bene la prima run, un po' sotto tono la seconda e bene ancora nella terza. E' proprio la terza run a permetterle di segnare 73,20 sul tabellino del giudici che vale la quinta posizione finale a 4,40 punti dalla medaglia di bronzo.

La gara maschile ha visto assegnare l'oro allo svizzero Fabian Boesch con 92,60 punti, che ha preceduto l'australiano Russell Henshaw con 91,80 e l'americano Noah Wallace con 82,40.

Ordine d'arrivo Finale Freestyle Slopestyle femminile Mondiali di Kreischberg (Aut):
1     Lisa Zimmermann     GER         85.80     
2     Katie Summerhayes     GBR         82.80
3     Zuzana Stromkova     SVK         77.60
4     Vilde Johansen         NOR         76.00
5     Silvia Bertagna     ITA         73.20
6     Yuki Tsubota     CAN     DNS

Ordine d'arrivo SS maschile Mondiali di Kreischberg (Aut):
1     Fabian Boesch         SUI     92.60
2     Russell Henshaw     AUS     91.80
3     Noah Wallace         USA     82.40
4     Viktor Thomas Moosmann     AUT         81.20
5     Jonas Hunziker         SUI         79.00
6     Robby Franco     USA         78.60
7     Luca Tribondeau     AUT         77.40
8     Colby Stevenson     USA         71.80
9     Aleksander Aurdal     NOR         66.40
10     Christian Bieri     SUI     DNS    
Qusto sito utilizza cookies per migliorare la navigazione.
Continuando a navigare acconsenti all'utilizzo dei cookies.
Per maggiori dettagli clicca qui
Federazione Italiana Sport Invernali
via Piranesi 46, 20137 Milano - P.IVA e C.F. 05027640159 - Iscrizione al Tribunale di Milano n° 63, 11.12.2004
powered by   infront