Flash News

 
Gli spunti più interessanti tratti dalla rassegna stampa di venerdì 4 gennaio 2019.

Corriere della Sera (ed. Trentino) - Paris: io, il metal e il piccolo Niko
Dominik Paris si confessa al Corriere della Sera dopo i due trionfi consecutivi sulla Stelvio, in discesa e superG, parlando del quarto posto all'Olimpiade ("C'è di peggio al mondo"), della sua Val d'Ultimo ("Un posto magnifico"), dell'esperienza nella malga in Svizzera a 17 anni ("Lì ho capito che lo sci era la mia vita") e dell'importanza del suo gruppo rock metal: "Mi aiuta moltissimo, la prossima estate ci esibiremo nei festival". Infine una battuta sui Mondiali di Are: "Pista non difficilissima".

Corriere dello Sport - Non solo Moioli, lo snow decolla
Approfondimento del Corriere dello Sport sulla situazione attuale dello snowboard italiano. "Dopo il primo oro olimpico - si legge nel sommario dedicato alla doppia pagina - ecco cinque podi di differenti atleti nelle prime fasi della Coppa del mondo". Il riferimento va ai trionfi di Nadya Ochner e Roland Fischnaller nel parallelo e a quello di Emanuel Perathoner nel cross, dove sono arrivati anche il secondo posto di Omar Visintin e il terzo di Michela Moioli. "Salto di qualità dell'intera squadra", è il commento del d.s. Cesare Pisoni. Interviste anche ad Emanuel Perathoner e Roland Fischnaller.

Il Giorno - Rossetti, un debutto senza paura
"Sarà la classe '99 a rilanciare lo slalom femminile azzurro?". La domanda posta ad inizio articolo somiglia più che altro a un auspicio e a un incoraggiamento per Lara Della Mea, che a Semmering ha ottenuto la prima qualificazione alla seconda manche della sua carriera, e Marta Rossetti, che a Zagabria debutterà in Coppa del mondo: "Sono felicissima per la convocazione, sinceramente non me l'aspettavo. I piazzamenti in Coppa Europa e i buoni risultati nelle ultime gare FIS sono serviti ad aumentare la fiducia nei miei mezzi".

La Stampa (ed. Torino) - La sorpresa di Anita: arriva il debutto in Coppa del mondo
L'edizione torinese de La Stampa dedica una pagina ad Anita Gulli, 20enne che a Zagabria debutterà in Coppa del mondo: "Non devo dimostrare niente a nessuno, devo solo fare esperienza perché quest'anno il mio obiettivo è la Coppa Europa". Nell'articolo si descrive una ragazza "completamente fuori dagli schemi", che al liceo ha studiato cinese e saltava poche lezioni a scuola, mentre ora è iscritta a Fisica: "Ma sono la prova che si può arrivare in Nazionale lo stesso".


Qusto sito utilizza cookies per migliorare la navigazione.
Continuando a navigare acconsenti all'utilizzo dei cookies.
Per maggiori dettagli clicca qui
Federazione Italiana Sport Invernali
via Piranesi 46, 20137 Milano - P.IVA e C.F. 05027640159 - Iscrizione al Tribunale di Milano n° 63, 11.12.2004
powered by   infront