News

 
Finisce a braccia alzate la staffetta Single Mixed di Dorothea Wierer sulla pista di Soldier Hollow. Per cancellare la delusione degli otto errori al tiro nell'inseguimento e il pettorale giallo di leader di Coppa del mondo ceduto alla compagna di squadra Lisa Vittozzi, non poteva esserci modo migliore: l'Italia trionfa grazie a un'ultima frazione quasi perfetta dell'altoatesina, che dopo l'errore nella prima serie, sorpassa l'austriaca Lisa Hauser confermando una buona condizione sugli sci e poi al secondo poligono non sbaglia nulla, ritrovando tempi di rilascio favolosi. Lukas Hofer, che aveva già terminato la sua gara, libera la sua gioia non appena Wierer trova lo zero, consapevole che ormai la vittoria era in pugno.

L'Italia del biathlon prosegue dunque nella sua serie magica che la vede andare sempre sul podio da 18 tappe consecutive e trova un trionfo storico perché mai gli azzurri avevano vinto in questo format. Schierando due grossi calibri, del resto, i tecnici avevano dato un chiaro segnale di voler vincere questa staffetta. E trionfo è stato. Per tutta la gara c'è stato un emozionante testa a testa con l'Austria, con Lukas Hofer e Simon Eder che hanno viaggiato praticamente insieme in entrambe le frazioni disputate, con l'azzurro che mancava tre bersagli nel complesso ma era sempre rapido a sfruttare le ricariche. Wierer, invece, è scappata nel finale precedendo di 22 secondi l'austriaca Hauser e di 50 la francese Simon che, penalizzata dagli errori al tiro del compagno di squadra Guigonnat costretto al giro di penalità, è stata comunque in grado di scavalcare l'estone Oja e l'ucraina Dzhima in ultima frazione portando così la Francia sul podio. Ora lunga pausa, dal 7 al 17 marzo ci saranno i Mondiali a Oestersund (con gare valide anche la Coppa del mondo), poi dal 18 al 24 marzo l'ultima tappa a Oslo assegnerà la sfera di cristallo.

Ordine d'arrivo staffetta single mixed Cdm Soldier Hollow (Usa)
1. ITALIA (Wierer/Hofer) 35:27.9 (0+6)
2. AUSTRIA (Hauser/Eder) +22.9 (0+2)
3. FRANCIA (Simon/Guigonnat) +50.2 (1+8) 
4. GERMANIA +1:06.9 (0+6)
5. NORVEGIA +1:07.4 (0+6)
6. UCRAINA +1:17.9 (0+6)
7. SVEZIA +1:19.6 (0+4)
8. ESTONIA +1:29.6 (1+5)
9. POLONIA +1:36.9 (0+4)
10. GIAPPONE +1:47.2 (0+5)

Foto tratte dal sito IBU
Qusto sito utilizza cookies per migliorare la navigazione.
Continuando a navigare acconsenti all'utilizzo dei cookies.
Per maggiori dettagli clicca qui
Federazione Italiana Sport Invernali
via Piranesi 46, 20137 Milano - P.IVA e C.F. 05027640159 - Iscrizione al Tribunale di Milano n° 63, 11.12.2004
powered by   infront