News

 
Il sogno è diventato realtà sul lungo rettilineo finale del tracciato di Hochfilzen. Dorothea Wierer trionfa con sei decimi di vantaggio sulla campionessa finlandese Kaisa Mäkäräinen, che all'ultimo rilevamento era in leggero vantaggio e che di solito sugli sci va più forte. Ma il graffio della tigre dell'azzurra ha di nuovo ribaltato la classifica: prima Dorothea, seconda Kaisa. Come nella graduatoria generale di Coppa del mondo, dove l'altoatesina è sempre più leader con 204 punti contro i 185 della rivale.

È il quinto trionfo in carriera della Wierer, il primo in assoluto in una gara sprint, il primo di questa stagione dopo due secondi posti (e il terzo nella staffetta mista). Ma ci sono altri numeri ancora più sensazionali: per Dorothea è il podio numero 24 in gare individuali, è la prima italiana a vincere nelle tre specialità (inseguimento, Mass Start, sprint), la prima a riuscirci nella sprint quasi 19 anni dopo Nathalie Santer a Ruhpolding nel gennaio del 2000.

I suoi poligoni sono uno spettacolo, anche quando sbaglia. Le è successo nel secondo a Hochfilzen, dove ha voluto rischiare con rilasci rapidissimi che l'hanno portata a fallire l'ultimo colpo. Ma sapeva che prima di lei aveva sbagliato anche la Mäkäräinen e aveva ancora un bel vantaggio, così l'errore si è rivelato ininfluente, anche e soprattutto grazie ai 24"1 guadagnati sull'avversaria nello shooting time, dove la Wierer non ha rivali. Sparare con precisione è fondamentale nel biathlon, sparare con rapidità fa la differenza.

In una giornata straordinaria per l'Italia, per Lisa Vittozzi arriva la seconda beffa consecutiva: anche lei sbaglia, al primo poligono, ma resta in gara fino alla fine e negli ultimi 2,5 km sugli sci dà il tutto per tutto, scavalcando la polacca Hojnisz e arrivando a soli 9 decimi dalla russa Yurlova. Come nell'inseguimento di Pokljuka, chiude quarta, stremata, ed è quarta anche nella generale con 164 punti, appena uno in meno di Paulina Fialkova: la decima top ten nelle ultime dodici gare fa capire che anche l'atleta di Sappada è ormai nell'élite mondiale del biathlon e, come ha detto lei, il podio in questa stagione prima o poi arriverà.

Ottima prestazione, infine, per Federica Sanfilippo (19esima con lo zero al primo poligono e due errori al secondo), più lontane Alexia Runggaldier (43esima con il 100% al tiro) e Nicole Gontier. Sabato 15 (ore 11.30) c'è l'inseguimento, con Dorothea Wierer che naturalmente partirà in testa. Venerdì 14, a Hochfilzen, tocca agli uomini con la gara sprint (ore 14.15).

Ordine d'arrivo Sprint femminile Cdm Hochfilzen (Aut)
1. WIERER Dorothea ITA 21:04.09 (0-1)
2. MAKARAINEN Kaisa FIN +0.6 (0-1)
3. YURLOVA Ekaterina RUS +24.4 (0-0)
4. VITTOZZI Lisa ITA +25.3 (1-0)
5. HOJINSZ Monika POL +28.2 (0-0)
6. KRYUKO Irina BLR +38.5 (0-0)
7. FIALKOVA Paulina SVK +43.8 (1-0)
8. CHEVALIER Anais FRA +45.4 (0-1)
9. STARYKH Irina RUS +47.5 (0-0)
10. KUZMINA Anastasija SVK (2-0)

19. SANFILIPPO Federica ITA +1:08.5 (0-2)
43. RUNGGALDIER Alexia ITA +1:47.9 (0-0)
74. GONTIER Nicole ITA +2:48.9 (2-2)

Wierer Dorothea Hochfilzen 14 12 2018
Qusto sito utilizza cookies per migliorare la navigazione.
Continuando a navigare acconsenti all'utilizzo dei cookies.
Per maggiori dettagli clicca qui
Federazione Italiana Sport Invernali
via Piranesi 46, 20137 Milano - P.IVA e C.F. 05027640159 - Iscrizione al Tribunale di Milano n° 63, 11.12.2004
powered by   infront