- Le richieste di omologazione sia nazionale che internazionale dovranno essere presentate, dall’ente gestore, sul modulo sotto riportato e valido per tutte le discipline (sci alpino, sci fondo, sci erba, trampolini, slittino).
- Le domande di omologazione internazionale e nazionale debbono essere presentate dall’Ente Gestore, titolare dell’impianto, alla Commissione omologazione Piste tramite il Responsabile Regionale del CR competente di zona.
- Per una pista di sci alpino che presenta una scadenza sia Internazionale che Nazionale l’ente gestore dovrà presentare due richieste distinte. (In fase di ispezione verranno nominati due omologatori - Internazionale + Nazionale - che ,se possibile, svolgeranno l’ispezione congiunta)
- il Responsabile Regionale, entro il 15 maggio di ogni anno, provvederà ad inviare la lista riassuntiva unitamente ai moduli di domanda pervenuti, completi di ricevuta di pagamento, via email all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., comunicando inoltre i nominativi degli omologatori proposti per l’incarico di ispezione.
- l’Ente gestore dovrà consegnare all’omologatore incaricato, la documentazione indicata nel modulo di richiesta, nella sua versione definitiva in fase di ispezione, concordata tra le parti. (L’omologatore incaricato, su richiesta dell’ente gestore, può fornire la propria consulenza ed a recarsi ad ispezionare il tracciato prima dell’esecuzione dei lavori e della presentazione della documentazione definitiva)

Modulo di richiesta per tutte le discipline:


SCI ALPINO

documenti da produrre in fase di ispezione:
1. Planimetria in scala adeguata (UNI A4 o UNI A3), con curve di livello con equidistanza di almeno 5 metri, con evidenziati dettagli e/o ostacoli fissi come impianti di risalita, pozzetti e cannoni dell’innevamento, gruppi di alberi, attraversamenti, reti fisse di protezione già esistenti, etc.;
2. Profilo altimetrico in scala 1:2.500 o adeguata (UNI A4) tracciato sull’asse della pista, completo di quote, distanze parziali e progressive, pendenze percentuali calcolate per tratti omogenei, indicazione dei punti di partenza ed arrivo;
3. Fotografia panoramica della pista con disegno del tracciato, meglio se invernale.


SCI FONDO

documenti da produrre in fase di ispezione :
1. Planimetria in scala adeguata (UNI A4 o UNI A3), con curve di livello con equidistanza di almeno 5 metri, con evidenziati i tracciati da omologare, i tratti di collegamento per eventuali diversi percorsi, lo stadio ed il verso di percorrenza di ciascun tracciato;
2. Pianta dello stadio in scala adeguata (rientrante in un formato A4);
3. Relazione sulla base del modello standard disponibile sul sito;
4. Tabella rilevamento dei dati identificativi del profilo della pista

Riomologazione pista Fondo:
Se nei 5 anni di validità dell’omologazione sulla pista si sono svolte regolarmente gare ed i rapporti dei D.T. sono positivi, sarà possibile ottenere, una volta sola, un nuovo certificato di omologazione per i successivi 5 anni. L’ente gestore in questo caso dovrà compilare la “dichiarazione rinnovo piste fondo”


SCI D'ERBA

documenti da produrre in fase di ispezione:
1. Planimetria in scala adeguata (UNI A4 o UNI A3), con curve di livello con equidistanza di almeno 5 metri, con evidenziati dettagli e/o ostacoli fissi come impianti di risalita, pozzetti e cannoni dell’innevamento, gruppi di alberi, attraversamenti, reti fisse di protezione già esistenti, prestazioni di sicurezza prescritte dall’omologatore, indicazione dei punti di partenza ed arrivo con relativa quota;
2. Profilo altimetrico in scala 1:2.500 o adeguata (UNI A4), completo di quote, distanze parziali e progressive, con indicazione dei punti di partenza ed arrivo con relativa quota;
3. Fotografia panoramica della pista con disegno del tracciato.

SLITTINO

documenti da produrre in fase di ispezione:
1. Planimetria in scala adeguata (UNI A4 o UNI A3), con curve di livello con equidistanza di almeno 5 metri, con evidenziati dettagli e/o ostacoli fissi presenti oltre il bordo pista per almeno 10 m, come impianti di risalita, pozzetti e cannoni dell’innevamento, gruppi di alberi, attraversamenti, reti fisse di protezione già esistenti, prestazioni di sicurezza prescritte dall’omologatore, indicazione dei punti di partenza ed arrivo con relativa quota;
2. Profilo altimetrico in scala 1:2.500 o adeguata (UNI A4) tracciato sull’asse della pista, completo di quote, distanze parziali e progressive, pendenze percentuali calcolate per tratti omogenei, indicazione dei punti di partenza ed arrivo con relativa quota;
3. Almeno n. 4 sezioni trasversali scala 1:100;
4. Fotografia panoramica della pista con disegno del tracciato.

TRAMPOLINI

(solo riomologazione – i nuovi trampolini sono soggetti ad approvazione preventiva del progetto ai sensi dell’art. 70.2.7 del Regolamento Commissione Nazionale Piste – edizione dicembre 2007)

1. Analisi trampolino sulla base del modello standard disponibile sul sito




Qusto sito utilizza cookies per migliorare la navigazione.
Continuando a navigare acconsenti all'utilizzo dei cookies.
Per maggiori dettagli clicca qui
Federazione Italiana Sport Invernali
via Piranesi 46, 20137 Milano - P.IVA e C.F. 05027640159 - Iscrizione al Tribunale di Milano n° 63, 11.12.2004
powered by   infront