La Coppa arriva in Alto Adige con il trofeo, intitolato all’indimenticato Presidente del Gsa Grole, Memorial Gregorio Tranquillini. Tempo bello e pista perfetta, non poteva essere altrimenti quando il direttore e tracciatore si chiama Adolf Putzer e l’ottima preparazione delle piste utilizzate per le quattro gare è della Società Ski Area Carezza. Ottimo e molto gradito, il contributo, in termini di sponsorizzazione, delle  Cantine Vinicole di Lavis. Il GSA Grole è una società di primaria importanza con una notevole capacità organizzatrice che quest’anno ha raggiunto il record assoluto di tesserati, ben 529 gli associati. Nel 2016 ha festeggiato i 50 anni dalla fondazione, riconoscimento al merito per il Presidente Enrico Lillo, così come al vice Daniele De Caro e all’attivissimo vicepresidente Responsabile Master Vincenzo Iocolano. Tutto sarebbe stato perfetto se non fosse intervenuta la lotta fra i “portali”; così per incomprensioni fra quello FISI e quello dell’AA, molti i concorrenti risultati non iscritti. Grazie alla buona volontà dei Dirigenti del Grole, dei Giudici e dei Cronometristi, in ritardo, ma si è partiti. E’ auspicabile che quanto prima si possa rimediare a questi inconvenienti, anche perché sono innegabili i vantaggi offerti dall’uso del portale FISI. Sabato, in programma gigante e slalom, con 106 iscritti e domenica due giganti con 127 iscritti, rimane da scoprire se il minor numero d’iscritti del sabato è da attribuire al problema iscrizioni. Risultati assoluti, quelli di categoria sono nella sottostante tabella che riporta i podi riferiti alle rispettive categorie e con le gare in ordine cronologico. In gara 1, il gigante del sabato, l’assoluto di pista è di Hubert Josef Thaler, primo del Gruppo B; ci sarebbe stato da scommettere anche se la concorrenza con giovani e senior era molta. Dopo Hubert, il secondo tempo è di Daniel Bachmann, primo del Gruppo Giovani e Senior.  Bella vittoria di Gruppo, A, per Egon Kaser, che realizza anche il terzo assoluto di pista. Nel Gruppo più numeroso, il C, il vincitore è il “solito” Hermann Oberlechner, davanti a Franz Berger e Friedl Raffeiner. In campo femminile master, l’assoluto è di Paola Collinassi, mentre il miglior tempo di pista è di una senior: Vanessa Rieder. Paola è in gran forma e anche nelle prossime tre gare, realizzerà sempre il miglior tempo di Gruppo. Gara 2, lo slalom speciale, nuovamente assoluto di pista per Hubert Josef Thaler, che, nel Gruppo B, precede Andrea Scagnol, del Panarotta, per il bravo Andrea saranno due giorni al vertice. Terzo è Guenther Tutzer. Sempre riferito agli assoluti, i migliori sono stati: Albin Pfitscher e Daniel Bachmann, pochi centesimi dopo Hubert. Sempre Herman Oberlechner, anche in slalom, precede Helmuth Ladurner e Curzio Castelli, unico lombardo, nella tana “lupi” altoatesini.  Nel Gruppo A il più bravo in slalom è Ewald Pixner che questa volta precede Egon Kaser e, terzo, Roland Kofler. Domenica, risolto il problema iscrizioni, tutto è filato liscio. Manca Hubert e, il miglior tempo di pista, lo realizza un senior, Albin Pfitscher, dell’ASV Truden; dopo di lui Daniel Bachmann ed Egon Pfitscher. E’ la volta di Egon Kaser, anche primo del Gruppo A, e, qui merita i complimenti, perché precede Oskar Pramsohler, normalmente sempre ai vertici delle classifiche. Sempre riferito agli assoluti il primo, del Gruppo B, è un veneto dal nome “importante” Roberto Siorpaes, della Polisportiva Caprioli, precede Hartmuth Vogger e Reinard Leitner. Continua il dominio del Gruppo C,  da parte di Herman Oberlechner, che questa volta precede Franz Berger e Friedl Raffeiner. Come ieri, prima di Gruppo è Paola Collinassi, poi una lombarda, Roberta Barbieri, arrivata per le gare della domenica, seguono le altoatesine capeggiate da Evelin Niedrist. Nella seconda gara, squalificato per salto di porta Egon Kaser, l’assoluto, di pista e di Gruppo, è: Oskar Pramsohler. Nel Gruppo B s’invertono i primi due, vince Hartmuth Vogger, davanti a Roberto Siorpaes e terzo Andrea Scagnol che ci ha preso gusto e non vuole scendere dal podio. Se nel Gruppo C il primo è sempre Hermann, al secondo dell’assoluta sale Helmuth Ladurner con Franz Berger al terzo. Rimane il Gruppo D dove, dopo Paola, ci sono Evelin Niedrist e poi Helga Runggaldier. Da segnalare la presenza di Mina Suster che con queste prove si qualifica alla Coppa Italia e che aspettiamo alla finale di Pampeago per attribuirgli gli applausi che merita. Altro qualificato alla finale con il massimo dei punti è Heinz (Enrico) Perkmann del Merano, già vincitore di categoria anche nelle precedenti gare dell’Abetone. Infine il TROFEO, assegnato alla Società che ha totalizzato più punti dopo le quattro gare, intitolato all’indimenticato Presidente del Gsa Grole, è andato al Meran Raika. Secondo posto l’ASE Catinaccio e terzo posto per l’ ASV Welschnofen. Appuntamento a questo fine settimana con la tappa di Piancavallo.

Malga Frommer 2017 tabella

Malga Frommer 2017 foto
Qusto sito utilizza cookies per migliorare la navigazione.
Continuando a navigare acconsenti all'utilizzo dei cookies.
Per maggiori dettagli clicca qui
Federazione Italiana Sport Invernali
via Piranesi 46, 20137 Milano - P.IVA e C.F. 05027640159 - Iscrizione al Tribunale di Milano n° 63, 11.12.2004
powered by   infront