Passo dello Stelvio 4-5 novembre 2017

A distanza di due anni, sul Passo dello Stelvio, si sono ritrovati i giudici dello Sci Alpinismo per condividere durante l’aggiornamento annuale, le novità e le nuove disposizioni federali.
Dopo il benvenuto di apertura del Delegato Nazionale della disciplina, Vittorio Romor, la giornata di sabato si è articolata in due momenti: la mattina dove i giudici a ruolo e i nuovi candidati, sono scesi in pista per simulazioni di partenza/arrivo, coordinati dal DT Carlo De Vettori, per poi assistere alla simulazione della ricerca di vittime in valanga, e al corretto utilizzo delle attrezzature (ARTVA, pala e sonda), organizzata dalla guida alpina Francesco Valgoi.

La giornata di formazione è proseguita nel pomeriggio in aula dove i partecipanti sono stati raggiunti dai vertici della Commissione GdG e Omologazione Piste. Il Presidente Alberto Piccin, ha salutato i presenti ricordando loro l’importanza del ruolo del giudice e la grande responsabilità nel far rispettare il regolamento. L’istruttore nazionale di Soccorso Alpino Valgoi ha proseguito la sua docenza, in aula affrontando il tema “gestione dell’intervento”. Si è parlato delle diverse tipologie di valanghe (neve nuova, neve ventata, neve primaverile, neve vecchia), rimarcando l’attenzione sulla corretta valutazione del rischio e la corretta gestione delle priorità in caso di intervento: dalla raccolta delle informazioni, alle testimonianze, alla “lettura” della valanga.

Ad esporre tutte le tematiche legate alla responsabilità civili e penali, l’avvocato Flavio Saltarelli: responsabilità nei confronti dei soggetti coinvolti, norme di legge che sanzionano il comportamento di colui che genera il distacco di una slavina, e valanga vista come reato di pericolo; queste alcune delle tematiche esposte e condivise con i presenti.
Marco Bocchiola membro di Commissione Nazionale Giudici di gara e Omologazione Piste e Vittorio Romor, hanno poi illustrato le parti generali dell’Agenda Federale e tutta la modulistica relativa ai rimborsi, ai referti di gara e alle classifiche sottolineando l’importanza dell’invio di queste ultime entro i 5 giorni dalla gara.

A conclusione della giornata di formazione un’attenta e meticolosa presentazione dell’agenda degli sport invernali, con cenni storici sulla FISI, brevi delucidazioni circa le normative diramate dal CONI, lo statuto federale e le norme sulla tutela sanitaria; argomenti quest’ultimi presentati dal Colonnello Marco Mosso, presidente della Commissione Sci Alpinismo.
Al corso erano presenti molti dei giudici di gara in forza e sette nuovi candidati.


guida alpina in aula 2017

guide alpine 01 2017

guida alpina 01 2017
Qusto sito utilizza cookies per migliorare la navigazione.
Continuando a navigare acconsenti all'utilizzo dei cookies.
Per maggiori dettagli clicca qui
Federazione Italiana Sport Invernali
via Piranesi 46, 20137 Milano - P.IVA e C.F. 05027640159 - Iscrizione al Tribunale di Milano n° 63, 11.12.2004
powered by   infront