Flash News

 
Un’altra colonna portante del movimento degli sport invernali se ne è andata in cielo. Poco dopo mezzogiorno è scomparso, all’età di 81 anni, Giuseppe “Bepi” Dorigatti, dirigente sportivo che ha rivestito il ruolo di responsabile dei Giudici di gara della Fisi del Trentino dal 1996 al 2014, ricoprendo in più mandati l’incarico di componente della Commissione Nazionale giudici di gara Fisi.
Ma la sua passione per il mondo della neve è datata addirittura 1967, quando svolse l’esame di allievo e iniziò a seguire le prime competizioni sulle piste da sci, coordinando la perfetta riuscita delle manifestazioni, con un occhio particolare alla sicurezza degli atleti.
La sua vita aveva lo sport come priorità assoluta, tant’è che precedentemente aveva praticato il ruolo di arbitro di pallavolo per la Fipav del Trentino, dal 1961 al 1991, coordinandone l’attività per molti anni.
Una vita messa a disposizione dello sport, al quale ha dato tanto ed ha ricevuto importanti gratificazioni, avendo rivestito incarichi rilevanti anche in eventi internazionali. Ha seguito competizioni come la 3-Tre, la Marcialonga, Coppe Europa di sci alpino e fondo, realizzando oltre 2000 servizi.
Dai modi talvolta bruschi, che attestavano la sua determinazione, qualche anno fa aveva sconfitto momentaneamente un male incurabile, oggi però si è dovuto arrendere. Bepi Dorigatti aveva una straordinaria capacità organizzativa e gestionale degli oltre 100 giudici che ogni fine settimana seguivano le principali competizioni sportive su tutte le piste da sci nelle 10 discipline che si praticano in Trentino.
Per tutto il movimento degli sport invernali la scomparsa di Bepi Dorigatti è una grave perdita. Se ne va una persona carismatica, che aveva come dote quella di saper gestire il gruppo, molto generoso e coinvolgente, con una grande passi one per il suo lavoro e per lo sport, che è sempre stato ricordato dai suoi giudici per la fermezza con cui difendeva i suoi ragazzi in ogni situazione, ribadendo quando poteva: «I giudici Fisi del Trentino sono i migliori d’Italia».
Il Presidente Flavio Roda, il Consiglio Federale, i giudici di gara, tecnici, atleti e staff federale si stringono alla moglie Armanda, al figlio e alle figlie in questo triste momento.
Qusto sito utilizza cookies per migliorare la navigazione.
Continuando a navigare acconsenti all'utilizzo dei cookies.
Per maggiori dettagli clicca qui
Federazione Italiana Sport Invernali
via Piranesi 46, 20137 Milano - P.IVA e C.F. 05027640159 - Iscrizione al Tribunale di Milano n° 63, 11.12.2004
powered by   infront