News

 
Secondo successo stagionale per Espen Adersen nella Coppa del mondo di combinata nordica. Il norvegese, vincitore a Ruka, si è ripetuto nella Gundersen dal trampolino HS138 di Lillehammer, costruendo la sua magnifica giornata nel salto del mattino, grazie al quale ha costruito una vantaggio rassicurante che è riuscito ad amministrare nei 10 chilometri di sci di fondo. Andersen ha concluso la sua prestazione con il tempo di 26'25"1, che gli ha permesso di precedere i connazionali Jan Schmid di 3"4 e Joergen Graabak di 4"2. Nella lotta per il podio si è inserito con grande autorità un arrembante Alessandro Pittin. Trentaquattresimo dopo il salto ma soprattutto non lontanissimo dal gruppo dei migliori, il finanziere friulano ha cominciato una forsennata rimonta che metro dopo metro lo ha addirittura agganciato al treno che lottava per il secondo posto. Ha provato ad allungare ma le tante energie spese per rientrare non gli hanno consentito di effettuare uno scatto secco e nel finale gli avversari avevano uno sprint superiore. Bella prestazione comunque per il vice campione del mondo di Falun 2015, che naturalmente ha siglato il migliro tempo sugli sci stretti e rilancia le proprie quotazioni in vista dei prossimi appuntamentil Non si sono invece qualificati al mattino Raffaele Buzzi, Lukas Runggaldier e Armin Bauer. La classifica dopo quattro tappe vede Andersen salire a 276 punti contro i 224 di Watabe e i 223 di Schmid, Pittin sale al sedicesimo posto con 52 punti. La Coppa si ferma per una settimana, riprenderà il 16 e 17 dicembre a Ramsau con due Gundersen dal trampolino HS98.  

"Mi è piaciuta la parte di salto perchè le condizioni non erano facili con l'aria che girava e ha allungato la gara -  ho avuto una pessima compensazione, che forse mi ha un po' penalizzato. Sono soddisfatto, saltare in questo momento meglio sul trampolino grande piuttosto che sul piccolo mi regala fiducia, in questi giorni ho saltato abbastanza bene, ero sempre un po' in anticipo e non avevo spinta, i salti tecnicamente erano buoni. Sto trovando un buon ritmo dal trampolino, questo sistema che sto adottando mi permette di essere competitivo, il distacco non era eccessivo, sapevo che potevo recuperare. Peccato che nel fondo non ho mai avuto cambi, per tornare sui migliori, quando li ho raggiunti aveva dato tanto e nel momento in cui hanno aumentato per la volata finale, non mi erano rimaste più energie. settimana prossima cercherò di perfezionare ulteriormente gli ultimi dettagli per Ramsau".  

Ordine d'arrivo Gundersen HS138/10 km Lillehammer (Nor):
1 ANDERSEN Espen      1993      NOR       26:25.1       
 2 SCHMID Jan      1983      NOR       26:28.5      +3.4
 3 GRAABAK Joergen      1991      NOR       26:29.3      +4.2
 4 RYDZEK Johannes      1991      GER       26:29.4      +4.3
 5 PITTIN Alessandro      1990      ITA       26:32.2      +7.1
 6 WATABE Akito      1988      JPN       26:32.8      +7.7
 7 YAMAMOTO Go      1995      JPN       26:39.5      +14.4
 8 BRAUD Francois      1986      FRA       26:39.7      +14.6
 9 HEROLA Ilkka      1995      FIN       26:40.1      +15.0
 10 DENIFL Wilhelm      1980      AUT       26:45.8      +20.7
 11 BJOERNSTAD Espen      1993      NOR       26:47.9      +22.8
 12 GERARD Antoine      1995      FRA       26:48.1      +23.0
 13 HIRVONEN Eero      1996      FIN       26:55.5      +30.4
 14 KIRCHEISEN Bjoern      1983      GER       26:57.0      +31.9
 15 FRENZEL Eric      1988      GER       26:57.2      +32.1
 16 RIIBER Jarl Magnus      1997      NOR       26:58.7      +33.6
 17 LAHEURTE Maxime      1985      FRA       27:07.4      +42.3
 18 KLAPFER Lukas      1985      AUT       27:14.6      +49.5
 19 REHRL Franz-Josef      1993      AUT       27:19.0      +53.9
 20 WEBER Terence      1996      GER       27:25.0      +59.9
 21 RIESSLE Fabian      1990      GER       27:37.4      +1:12.3
 22 FAISST Manuel      1993      GER       27:39.7      +1:14.6
 23 KATO Taihei      1984      JPN       27:40.3      +1:15.2
 24 DVORAK Miroslav      1987      CZE       27:54.0      +1:28.9
 25 FRITZ Martin      1994      AUT       27:56.5      +1:31.4
 26 MAEKIAHO Arttu      1997      FIN       28:01.2      +1:36.1
 27 RIIBER Harald Johnas      1995      NOR       28:05.3      +1:40.2
 28 PORTYK Tomas      1996      CZE       28:09.7      +1:44.6
 29 LAMY CHAPPUIS Jason      1986      FRA       28:13.2      +1:48.1
 30 KUPCZAK Szczepan      1992      POL       28:16.1      +1:51.0
Qusto sito utilizza cookies per migliorare la navigazione.
Continuando a navigare acconsenti all'utilizzo dei cookies.
Per maggiori dettagli clicca qui
Federazione Italiana Sport Invernali
via Piranesi 46, 20137 Milano - P.IVA e C.F. 05027640159 - Iscrizione al Tribunale di Milano n° 63, 11.12.2004
powered by   infront