News

 
Johannes Rydzek fa doppietta e dopo l'oro dal trampolino piccolo si prende anche il metallo più prezioso dal trampolino grande nella seconda gundersen di Lahti. Il tedesco chiude nel tempo di 26'41"6 e precede il giapponese Akito Watabe per 4"8 e il francese Francois Braud per 13 secondi.
Alessandro Pittin chiude al 20/o posto a oltre 2 minuti dal vincitore, dopo una gara in cui non ha spinto sui suoi livelli nel fondo, a causa del ritardo eccessivo accumulato nel salto. Pittin ha comunque recuperato più di 30 secondi dalla vetta della gara. Samuel Costa è 25/o, Armin Bauer 28/o e Raffaele Buzzi 37/o.

Le parole di alcuni degli azzurri al traguardo.

Pittin: "Non sono soddisfatto perchè volevo qualcosa di più, dopo il salto del mattino speravo di recuperare più posizioni. Alla fine è stata una gara dura su una neve difficile, ho provato ad aumentare e andare in progressione ma all'ultimo giro ho visto che il distacco era importante e avevo finito la benzina, gli atleti forti hanno saltato tutti bene ed era difficile recuperare posizioni. Fino ad ora è stato un Mondiale anonimo e anche se c'è qualcosa di positivo nel salto, volevo fare di più. Ci credo ancora in un buon risultato nella team sprint, c'è da migliorare però sul salto per essee competitivi".

Samuel Costa: "Non è stato il piazzamento che mi aspettavo. Il salto è stato uno dei migoiori di questi giorni ma non è bastato, sugli sci ho provato a tenere duro, i primi 5 km sono andato abbastanza bene, poi ho perduto tanti secondi. In vista della team spritn spero di trovare il buon feeling che avevo in gennaio, un buon salto ci permetterebe di lottare per i primi posti, non mi darò sconfitto fino all'ultimo metro".

Bauer: "E' stata la mia migliore gara della staigone, nel salto ho dimostrato ciò che di buono ho fatto negli scorsi giorni, nel fondo sono partito bene ma nella seconda parte di gara ho patito un po'. Adesso torno sul circuito di Continental Cup per vedere di chiudere bene la stagione e contribuire ad aggiungere una quota per l'Italia".

Ordine d'arrivo gundersen HS130 Lahti:
1. Johannes Rydzek GER 26'41"6
2. Akito Watabe JPN +4"8
3. Francois Braud FRA +13"0
4. Mario Seidl AUT +17"4
5. Wilhelm Denifl AUT +26"5
6. Fabian Riessle GER +36"9
7. Eric Frenzel GER +37"5
8. David Pommer AUT +37"7
9. Bernhard Gruber +38"3
10. Espen Andersen NOR +50"6

20. Alessandro Pittin ITA +2'04"1
25. Samuel Costa ITA +3'11"3
28. Armin Bauer ITA +3'32"4
37. Raffaele Buzzi ITA +4'55"9
Qusto sito utilizza cookies per migliorare la navigazione.
Continuando a navigare acconsenti all'utilizzo dei cookies.
Per maggiori dettagli clicca qui
Federazione Italiana Sport Invernali
via Piranesi 46, 20137 Milano - P.IVA e C.F. 05027640159 - Iscrizione al Tribunale di Milano n° 63, 11.12.2004
powered by   infront